Tutto quello che devi sapere su come trovare una nuova casa in Francia

Trovare casa in Francia

Dalla comprensione del mercato immobiliare in Francia a dove iniziare il tuo appartamento o la caccia alla casa, questa guida ti guida attraverso tutto ciò che devi sapere per trovare la sistemazione perfetta in Francia.

Affittare una casa o un appartamento in Francia è molto più comune dell’acquisto, specialmente tra gli espatriati. È probabilmente l’opzione migliore se il tuo soggiorno è temporaneo, poiché l’acquisto di proprietà può essere molto costoso. Tuttavia, se questo è un percorso che ti interessa seguire, questa guida fornisce informazioni su come acquistare una casa anche in Francia.

Con così tanti diversi tipi di case e appartamenti, oltre a molte cose da prendere in considerazione, potrebbe valere la pena di entrare in un affitto a breve termine fino a quando non hai un’idea più chiara del tipo di alloggio che stai cercando e dove. La nostra guida agli alloggi per la Francia fornisce informazioni su tutto questo e altro, per aiutarti a capire quale opzione è la migliore per te e anche come trovare case e appartamenti in affitto.

Affittare una casa o un appartamento

Per molti espatriati che si trasferiscono definitivamente in Francia, l’acquisto di una casa potrebbe essere l’obiettivo finale. Tuttavia, nelle città francesi, e in particolare tra gli espatriati, è molto più comune affittare. Ciò è particolarmente vero per molti espatriati che sono appena arrivati ​​in Francia, quelli che sanno che saranno nel paese solo per un periodo di tempo limitato o non sono sicuri se la Francia sia il posto giusto in cui stabilirsi. Pertanto, l’affitto è un ottimo modo per testare le acque, soprattutto considerando che l’acquisto di beni immobili può comportare molte pratiche burocratiche (per non parlare di un prezzo elevato). Il 40% della popolazione francese affitta il proprio appartamento o casa.

Noleggiare può sembrare un’opzione semplice per stabilirsi in Francia ed è spesso l’opzione più comoda all’inizio di un’avventura di espatriati. Tuttavia, ci sono cose importanti da tenere a mente prima di firmare un contratto di locazione.

Affitto medio in Francia

Se ti stai chiedendo quanto pagheresti per l’affitto in Francia, imparerai rapidamente che i prezzi degli affitti in Francia variano a seconda del paese in cui stai noleggiando. I prezzi degli affitti a Parigi possono essere alti ma una volta fuori dalla capitale, i prezzi sono generalmente molto più ragionevoli. I prezzi dipendono anche da cose come la scelta di vivere in centro o in periferia e il numero di camere da letto. In media, il prezzo di affitto per una casa con una camera da letto fuori dal centro città è di almeno 350 EUR. Ma a Parigi, ad esempio, un appartamento con una camera da letto nel centro della città può costare più di 1.000 EUR. Fuori dal centro città, puoi trovare un posto per una media di 800 EUR . A Nantes, il costo medio mensile è più vicino a 500 EUR nel centro della città e 400 EUR al di fuori del centro città.

Il processo di affittare una casa o un appartamento in Francia

Se stai visitando Parigi o le città principali, potresti dover concederti qualche mese per trovare un noleggio a lungo termine che soddisfi le tue esigenze, in quanto può essere molto competitivo. Per altre aree in Francia, alcune settimane potrebbero essere sufficienti.

Il periodo ideale per una ricerca di appartamenti in Francia è tra maggio e luglio perché molti proprietari e agenti immobiliari sono in vacanza ad agosto. Se hai intenzione di trasferirti in una città universitaria, settembre e ottobre possono essere un momento difficile per la caccia alla casa, dato che questo è il momento in cui gli studenti stanno iniziando il loro nuovo semestre, tornando in città e spazzando via gran parte degli alloggi disponibili. Anche il mercato immobiliare è lento durante il periodo natalizio.

Come cercare un appartamento in Francia

Agente immobiliare

Puoi utilizzare i servizi di un agente immobiliare per aiutarti nella tua ricerca se il tuo budget lo consente. Le agenzie di solito addebitano una commissione pari al canone di un mese, ma al rialzo, il processo può essere più semplice che trattare direttamente con un proprietario. Può anche essere più conveniente se hai fretta di trovare un alloggio o se stai lottando per trovare un posto da solo.

Conoscenze
Una volta che hai idea di dove vorresti vivere, parla con altri espatriati, colleghi o amici per vedere se sono a conoscenza di posti vacanti. Molti appartamenti sono consigliati attraverso il passaparola e potresti essere in grado di trovare un posto prima ancora che sia sul mercato. Naturalmente, questo approccio è più semplice se si dispone già di una rete di supporto in Francia.

Annunci
Le sezioni degli annunci di varie riviste e giornali locali sono eccellenti opzioni per trovare un posto in affitto in Francia, ma tieni presente che la concorrenza è feroce. L’approccio migliore è quello di ottenere una copia degli annunci non appena pubblicati e chiamare subito il proprietario. Molti proprietari potrebbero non rispondere alla tua chiamata, quindi spetta a te essere persistente. Assicurati di rispolverare il gergo immobiliare prima di entrare in contatto con chiunque: impara a chiedere l’Étage (piano), il numero di chambres (camere) e se l’appartamento è meublé (arredato).

Online

Ci sono anche molti motori di ricerca e siti web immobiliari, che sono semplici da navigare e navigare. Sono aggiornati regolarmente e ti consentono di filtrare i risultati o cercare parole chiave specifiche, il che può rendere la tua ricerca molto più semplice e veloce. Sfortunatamente, ai truffatori piace vagare e pubblicare anche su questi siti, quindi fai attenzione.

Arredato o non ammobiliato?


Hai la possibilità di affittare un posto ammobiliato o non ammobiliato. Un contratto standard per un appartamento non arredato di solito ha un contratto di locazione minimo più lungo – di solito tre anni – ma il contratto offre una maggiore protezione legale per l’inquilino.

Gli appartamenti arredati hanno un contratto minimo standard di un anno e devono essere dotati di piano cottura, forno o microonde, frigorifero e congelatore, utensili da cucina, tavoli e sedie, scaffali, illuminazione, biancheria da letto e attrezzatura per le pulizie.

Se decidi di affittare un appartamento ammobiliato, assicurati di controllare e accertarti che tutto sia presente e in buone condizioni di lavoro. È responsabilità del proprietario sostituire dispositivi rotti o mobili che non sono più in buone condizioni di lavoro.

Diversi tipi di affitti disponibili in Francia


Alcuni tipi di noleggio francesi includono:

  • Batside: in Francia, questi tipi di affitti sono generalmente vecchi, ma puoi trovare alcune nuove proprietà. Sono distaccati, edifici di pietra quadrati con tetti piani, piastrellati. Questi tipi di case si trovano generalmente in campagna e in Provenza.
  • Château: un castello o un palazzo, ma non necessariamente come quelli delle fiabe. In effetti, alcune di queste proprietà sono in realtà piuttosto piccole. Diffidare dei costi di manutenzione e ristrutturazione che arriveranno se si sceglie di affittare in questo tipo di alloggio.
  • Domaine: una casa (proprietà) in Francia con un sacco di terra come le proprietà dei vigneti.
  • Fermette / Ferme: una fattoria in campagna. La quantità di terra può variare notevolmente.
  • Hôtel Particulier: non lasciarti ingannare dal nome. Questo non è in realtà un hotel ma una residenza in Francia.
  • Longère: questa è una proprietà di forma rettangolare lunga e può variare da un fienile o una casa a un piano.
  • Mas: Questa è una proprietà rurale in Francia e più comune in Provenza.
  • Maison à colombages: una casa fatta di mezzo legno.
  • Maison Bourgeois / Maison de Maître: una grande casa con soffitti alti e finestre e quattro grandi stanze per piano.
  • Pavilion: un bungalow indipendente.
  • Pied-à-terre: una piccola unità o appartamento.
  • Villa d’architetto: progettata da un architetto, questa proprietà è una casa moderna e costruita in un piano contemporaneo.

Requisiti e documenti per l’affitto in Francia

C’è un elenco di documenti che dovresti avere a portata di mano nel caso in cui il proprietario lo richieda. Di seguito è riportato un elenco dei documenti principali da avere:

  • copia del passaporto e del visto
  • buste paga recenti o contratto di lavoro con dettagli salariali
  • i dettagli di un garante e la loro busta paga
  • lettera universitaria (se uno studente)


Una delle cose che potrebbero essere richieste se stai noleggiando in Francia come straniero è un garante. Se il padrone di casa richiede un garante, dovrà essere un cittadino francese in grado di pagare l’affitto in caso contrario. Per gli espatriati che lavorano, a volte questo può essere il tuo datore di lavoro. Alcune banche potrebbero fungere da garante se si dispone di un conto presso di loro. Parla con un rappresentante della banca per informazioni al riguardo.

Nel caso in cui non sia possibile ottenere un garante in nessuno dei due modi, è meglio ottenere l’aiuto di un agente. Saranno meglio equipaggiati per aiutarti a trovare un padrone di casa che non lo richiede. Altrimenti, continua a cercare un posto e un padrone di casa che non ha bisogno di un garante, come non tutti.

Contratto di locazione e deposito

Un contratto di affitto ufficiale è importante perché ti aiuterà a capire il processo di noleggio e le regole sia per il proprietario che per l’inquilino, e chi è responsabile di cosa. In Francia, la prima cosa che è importante notare è che il tuo contratto di locazione si rinnoverà automaticamente a meno che tu o il padrone di casa non diano il giusto preavviso. Dovrebbe essere firmato prima o alla data del trasloco, che dovrebbe anche essere chiaramente indicato nel contratto di locazione.

La legge in Francia afferma inoltre che un proprietario ha il diritto di richiedere all’inquilino di stipulare un’assicurazione sulla casa in caso di incendio, danni causati dall’acqua, esplosioni o rapina. La mancanza di copertura può essere motivo di annullamento di un contratto di locazione.

Utilità
Oneri come pagamenti di bollette, tasse di soggiorno e manutenzione dovrebbero essere chiaramente indicati nel contratto di locazione insieme a chi è responsabile del pagamento. Di solito, gli inquilini sono responsabili per il pagamento di eventuali piccole riparazioni o manutenzioni ordinarie come giardini, danni interni di base e talvolta persino impianti idraulici. Per le riparazioni importanti, tuttavia, il proprietario è responsabile.

Puoi subaffittare in Francia?


Il subaffitto è legale anche in Francia, purché sia ​​approvato dal proprietario in forma scritta ufficiale e l’affitto non superi l’importo pagato dal conduttore principale.

Pagare un deposito in affitto in Francia


In genere, è necessario pagare l’importo del deposito quando si firma il contratto. Per un appartamento non arredato, un proprietario può chiedere l’equivalenza dell’affitto di un mese come deposito. Tuttavia, non vi è alcun limite per un appartamento ammobiliato. Per il deposito, è meglio optare per un conto di deposito a garanzia che essenzialmente non consente a entrambe le parti di ritirare il denaro, dandoti un ulteriore livello di sicurezza per riavere il tuo deposito una volta che sei pronto a trasferirti. Se devi pagare in contanti, assicurati di ricevere una ricevuta indicante l’importo trasferito in deposito cauzionale.

All’uscita dall’appartamento, il deposito deve essere restituito per intero, supponendo che non vi siano danni alla proprietà. Un proprietario non dovrebbe impiegare più di due mesi per restituire il deposito dopo la fine della data di locazione.

Noleggi a breve termine
Gli espatriati che soggiornano in Francia solo per alcuni mesi o che cercano un affitto a breve termine mentre cercano un appartamento in affitto più permanente dovrebbero esaminare le case vacanza come una potenziale opzione. Esiste un mercato attivo di immobili per vacanze in Francia, che comprende affitti “a lungo termine” fino a tre mesi, nonché affitti mensili arredati. Un’altra cosa fondamentale da sapere è che di solito non è possibile estendere il contratto di locazione a breve termine su una casa vacanza, quindi si dovrebbe essere pronti a trasferirsi quando finisce.

Per le case vacanza, il deposito non deve superare il 20% dell’affitto totale (o il 25% se è coinvolta una persona di mezzo come un agente immobiliare). Inoltre, non può essere richiesto con più di sei mesi di anticipo, se non viene effettuato alcun pagamento anticipato.

Alcune altre opzioni di noleggio temporaneo comuni includono:

  • Alberghi
  • Bed and breakfast
  • Residence (appartamento) Hotel

Alberghi
Se prevedi di effettuare il check-in in un hotel, la Francia ha una varietà di opzioni tra cui scegliere, con prezzi medi a partire da 20–45 EUR a notte, a seconda del tipo di alloggio che decidi di prenotare. Altri hotel a basso costo che si trovano nella periferia della città possono arrivare a un minimo di 15 EUR a notte.

Bed and breakfast
Questi sono chiamati chambres d’Hôte e possono essere trovati in tutta la Francia ma principalmente nelle zone rurali. I prezzi variano in base al periodo dell’anno, alla posizione e alla qualità dello stabilimento. I costi medi possono essere compresi tra 40 e 70 EUR per notte.

Residence (appartamento) Alberghi
I Residence Hotel sono un mix di hotel e appartamenti e di solito sono un’opzione migliore rispetto a un soggiorno in hotel per un lungo periodo. Sono un’opzione facile per un noleggio a breve o medio termine, ma qualsiasi cosa in tre mesi non varrebbe la pena, perché diventano più costosi del semplice affitto di un alloggio tradizionale. In genere, viene fornita la biancheria e i prezzi variano in base alla quantità di tempo che prevedi di soggiornare. Se hai intenzione di vivere lì per più di una settimana, puoi provare a negoziare il prezzo per un affare migliore.

Acquistare una proprietà in Francia come straniero

Indipendentemente da dove decidi di stabilirti in Francia, le informazioni che seguono ti guideranno attraverso il processo di acquisto di un immobile in Francia anche se non sei residente.

Il mercato immobiliare francese
Secondo l’85% delle banche, la domanda di mutui per la casa dovrebbe rimanere stabile e stabile. Il mercato immobiliare ha registrato una tendenza al rialzo tra febbraio 2015 e ottobre 2017. Mentre il rapporto sul mercato immobiliare francese di Notaires de France considera tutto questo un trend positivo, l’acquisto di un immobile è ancora una decisione significativa da considerare. La proprietà può darti un senso di sicurezza e rassicurazione. Tuttavia, può essere ancora costoso quando si tiene conto dei pagamenti ipotecari mensili, delle tasse e del costo di acquisto.

Trovare la casa dei tuoi sogni
Ci sono molte risorse per aiutarti a trovare la proprietà dei tuoi sogni. I siti Web online, i giornali e le riviste immobiliari sono modi popolari per trovare una casa, ma la maggior parte degli espatriati preferisce utilizzare agenti immobiliari. In effetti, ciò potrebbe anche andare a tuo vantaggio, poiché i proprietari potrebbero gonfiare il prezzo a un potenziale acquirente straniero, raddoppiando l’importo che avrebbero addebitato a un francese. Quindi, ottenere l’aiuto di un agente immobiliare francese locale potrebbe aiutarti a ottenere un affare più equo.

Un professionista avrà anche una migliore idea del mercato e dei prezzi medi degli immobili, può aiutarti a negoziare e sarà in grado di spiegare dettagli che altrimenti potrebbero andare persi nella traduzione. Alcuni addirittura offrono aiuto come la stesura del contatto commerciale e il collegamento con il notaio locale (notaio), il funzionario che si occuperà della legalità della transazione. Vale anche la pena chiedere se ti aiuteranno in cose come la creazione di utility e la ricerca di servizi locali. Aspettatevi che prendano fino all’8% del costo totale delle commissioni per i loro servizi.

Quando cerchi un agente, assicurati che siano certificati da un ente registrato come CNAB (Confederation Nationale des Administrateurs de Biens), FNAIM (Fédération de l’Immobilier), SNPI (Premier Syndicat Français de l’Immobilier) o UNPI (Unione nazionale della proprietà immobiliare).

Quali sono i processi e i passaggi per l’acquisto di una proprietà in Francia?


Una volta trovata la casa dei tuoi sogni, sei pronto per iniziare il processo di acquisto di una casa in Francia.

Primo passo
Il venditore è responsabile di fornire un rapporto diagnostico aggiornato della proprietà che fornisca informazioni dettagliate sulle sue condizioni. Assicurati di leggere attentamente questo documento con l’aiuto del tuo agente prima di prendere una decisione.

Secondo Passo

Ora è il momento di fare un’offerta verbale. Se il venditore accetta, allora firmi un accordo preliminare – una promessaunilatérale de vente o una società di compromessi.

La nota unilatérale de vente (offerta unilaterale di vendita) è curata dal notaio. Quando firmi questo contratto, devi versare un acconto del 10%, dopodiché, per un periodo da due a tre mesi, il venditore non può vendere la casa a nessun altro – solo a te al prezzo concordato. Ma durante questo lasso di tempo, tu, in quanto acquirente, hai la possibilità di ritirare e perdere il tuo deposito.

Il compromesso di vendita è più comunemente usato come un contratto di compravendita. Questo tipo di contratto richiede anche un deposito del 10% ed è considerato una “vendita finale” in termini legali. Ciò significa che se una delle parti si ritira, può essere intrapresa un’azione legale nei loro confronti.

Entrambi i contratti prevedono un periodo di riflessione di sette giorni durante il quale l’acquirente può recedere senza penalità.

Terzo passo
Fornisci i dettagli relativi al tuo piano di finanziamento della tua casa. Se prevedi di utilizzare un mutuo per finanziare il tuo acquisto (vedi sotto per informazioni su come richiederne uno), è necessario inserire una condizione nell’accordo che ne descriva i dettagli, insieme a una clausola che spieghi che la vendita può essere solo completato se la richiesta di mutuo è approvata.

Quarto passo

Il notaio alla fine fisserà una data per firmare l’atto di vendita (atto di vendita). Porta un traduttore, se necessario, poiché il documento verrà letto ad alta voce in francese prima di firmare. Una volta pagate tutte le tasse e le tasse, il tuo nome sarà registrato presso il Land e potrai aprire ufficialmente quella bottiglia di champagne per festeggiare la tua nuova casa.

Come posso richiedere un mutuo francese?


Prendere in prestito denaro in Francia può avere alcuni vantaggi significativi. I tassi di interesse sui mutui in Francia, ad esempio, sono relativamente bassi e lo sono stati negli ultimi anni. Le banche francesi sono anche in genere interessate a prestare denaro a stranieri; tuttavia, i non residenti potrebbero scoprire di essere soggetti a determinate condizioni e restrizioni.

Di solito, un’ipoteca in Francia consente a un acquirente di prendere in prestito tra il 70% e l’80% del valore totale della proprietà. Alcune banche, tuttavia, si limitano al solo 50% per i cittadini extra UE.

I non residenti possono essere invitati ad aprire un conto di risparmio presso una banca francese con un deposito minimo equivalente a 24 pagamenti ipotecari. È consigliabile avere un conto di risparmio con depositi regolari in quanto può essere considerato favorevole dai fornitori di mutui. Un altro requisito legale per ottenere un mutuo francese è una polizza assicurativa sulla vita equivalente al 120% del mutuo. Ci sono anche tre principali agevolazioni fiscali sui mutui se si pagano le tasse in Francia: deducibilità sugli interessi ipotecari sul reddito locativo, detrazioni dall’imposta di successione francese e sgravio solo a quelli soggetti all’imposta sulla ricchezza francese. Un consulente fiscale sarà in grado di fornire maggiori dettagli su ciascuno di questi.

Il processo di applicazione


A meno che il tuo francese non sia perfetto e tu sappia come navigare nel sistema bancario francese, assumere un broker ipotecario affidabile potrebbe essere una buona idea. Possono aiutarti nel processo di richiesta dei mutui e, inoltre, la maggior parte dei broker intrattiene buoni rapporti di lavoro con le principali banche. I broker sono lì per aiutarti a negoziare un buon affare e aiutarti a trovare la banca con il miglior tasso di interesse.

Il processo di richiesta in sé non differisce molto dagli altri paesi che hanno un settore ipotecario ben sviluppato.

Primo passo
Alcuni dei documenti che dovrai raccogliere per la domanda sono:

  • Copia del passaporto
  • Prova di reddito (ultime tre buste paga e dichiarazioni dei redditi dell’anno precedente)
  • I lavoratori autonomi dovranno presentare una serie di dati finanziari sottoposti a revisione contabile negli ultimi tre anni
  • Estratti bancari degli ultimi tre mesi e prova dei fondi a copertura dei costi del mutuo e dell’acconto
  • Contratto di noleggio in corso
  • Stato patrimoniale
  • Accordo di vendita eseguito

Passo due
Se approvata, una banca francese invierà un’offerta préalable (offerta condizionale) delineando i termini e le condizioni. Non puoi accettare ufficialmente fino a quando non sono trascorsi dieci giorni. Avrai un totale di 30 giorni per accettare e restituire l’accordo firmato.

Potrebbe essere una buona idea avere anche un prestatore di riserva a portata di mano, poiché alcuni prestatori sono noti per ritirare il loro mutuo e le offerte all’ultimo minuto.

Cose da tenere a mente


I costi di acquisto sono qualcosa da prendere in seria considerazione al momento del budget per la tua nuova casa. Potresti pensare di aver trovato la casa dei tuoi sogni fino a quando non inizi a calcolare tutti i costi extra, rendendo rapidamente la tua casa dei sogni inaccessibile. Le spese notarili sono in genere dal 7 all’8% del valore dell’immobile (include il 5,8% dell’imposta di bollo, tasse di registrazione fondiaria e erogazioni); e per non parlare delle commissioni ipotecarie aggiuntive e di altri servizi.

Quando si tratta di acquistare proprietà, la tassa di successione francese non è qualcosa da trascurare e qualcos’altro da considerare. Che tu sia un cittadino dell’UE o meno, se possiedi proprietà in Francia, i tuoi eredi potrebbero essere soggetti alla legge e alle tasse francesi sulle successioni. Può essere piuttosto complicato e complicato da capire, quindi è meglio cercare una consulenza professionale per aiutarti con la tua situazione specifica.

Utilità


In Francia, ci sono diverse società di servizi e fornitori da considerare quando si tratta di installare gas, elettricità e acqua nella nuova casa. E proprio come tutto il resto finora, questo significa un sacco di documenti richiesti e preparazione – solo per accendere le luci. Questa sezione fornisce tutte le cose che devi sapere quando si tratta di configurare i tuoi fornitori di servizi.

Acqua
Ci sono tre principali fornitori in Francia: Véolia, Suez e la Saur. Tuttavia, l’approvvigionamento idrico e i servizi igienico-sanitari sono di competenza dei comuni (comuni) e l’individuo non può scegliere il fornitore di acqua. Contatta la tua mairie o communauté de communes locale per scoprire chi è il fornitore della tua zona. Se sei il proprietario di una nuova proprietà, porta con te una copia del tuo certificato di proprietà.

In Francia, le forniture idriche vengono misurate e lette almeno una volta all’anno. La bolletta dell’acqua mostrerà il consumo e l’addebito per metro cubo. Le spese igienico-sanitarie sono generalmente incluse nel conto, tranne quando si dispone di una fossa settica indipendente. In questo caso, l’ispezione periodica da parte del regolatore dei servizi igienico-sanitari avverrà ogni quattro anni circa. Questo regolatore si chiama Le Service Public d’Assainissement Non Collectif (SPANC). Vedrai la tua bolletta dell’acqua suddivisa in tre parti: acqua di rubinetto, servizi fognari e tasse. In media, la bolletta dell’acqua è in genere di 400 EUR all’anno per una famiglia di quattro persone, ma i prezzi variano a seconda del comune.

Elettricità
La Francia gode di alcuni dei costi di elettricità più bassi in tutta Europa. Per aprire un conto elettricità, sono necessari i seguenti documenti:

  • Prova d’identità
  • Prova di residenza
  • Dettagli del conto bancario (se si opta per il pagamento automatico ogni mese)


Électricité de France (EDF) è il fornitore statale di elettricità domestica in Francia, ma ci sono anche cooperative locali nelle aree rurali. EDF ti collegherà per una piccola tassa se la tua proprietà non ha già una fornitura di energia elettrica esistente. Richiedi un preventivo di connessione e dovresti essere connesso entro un mese, supponendo che la proprietà disponga dell’autorizzazione di pianificazione corretta per installare un contatore. Inoltre, EDF ha una linea di assistenza clienti dedicata che parla inglese.

La bolletta dell’elettricità arriva ogni due mesi, a volte tre mesi. Include l’abonnement (carica permanente), che è determinato dall’alimentatore installato. Il consumo delle unità elettriche utilizzate verrà inoltre mostrato sulla bolletta. TVA (uguale all’IVA) viene applicato alla commissione permanente e al consumo. Vengono inoltre aggiunte le tasse locali. Le fatture possono essere pagate online, per telefono utilizzando una carta di credito o per posta tramite assegno. C’è un’opzione per addebitare direttamente questo addebito sul tuo conto bancario o ripartito mensilmente.

Gas
I due tipi di fornitura di gas in Francia sono Gaz de Ville di Gaz Réseau Distribution France (GrDF) o Gaz de France (GDF, parte di EDF); o gas in bombole (propano o butano). Il propano è più comune in quanto è più adatto allo stoccaggio esterno rispetto al butano. I due tipi di gas hanno diversi sistemi di valvole, quindi non sono intercambiabili. Poiché le bottiglie provengono tutte da vari fornitori e non tutti i negozi trasportano tutti i fornitori, vale la pena avere almeno una bombola di gas in riserva; vengono in dimensioni da 6 kg a 35 kg. GrDF è responsabile della conduzione delle letture dei contatori e della risposta a problemi tecnici. Il contatore viene normalmente letto ogni sei mesi.

La bolletta del gas sarà suddivisa nelle seguenti sezioni:

  • Canone di abbonamento fisso: varia in base al fornitore, al consumo, alla tariffa e al piano scelti
  • Carica di consumo – misurata in kWh, questo è il costo per la quantità di gas che consumi
  • Tariffa regolata dallo Stato: cambia ogni mese ed è stabilita dal governo

Vale la pena notare che molti fornitori offrono un piano comune sia per il gas che per l’elettricità che può essere più semplice e spesso più economico.

Due settimane prima di trasferirti al tuo posto, vorrai configurare il tuo account. I documenti richiesti che dovrai fare sono:

  • Informazioni di contatto (nome, e-mail, numero di telefono, indirizzo)
  • Prova d’identità
  • Indirizzo della tua nuova casa
  • Prova di residenza
  • Nome del precedente occupante della tua nuova casa
  • Numero del conto bancario francese

Il processo di connessione può richiedere fino a cinque giorni lavorativi se la casa è rimasta libera da un po ‘di tempo e il servizio gas è stato disconnesso.

Raccolta dei rifiuti
La raccolta dei rifiuti è gestita principalmente dalle autorità locali di ciascun comune, con il proprio insieme di requisiti e regolamenti su come smaltire correttamente gli articoli specifici. Per le apparecchiature elettroniche, puoi portare gli articoli nei negozi da cui hai acquistato e possono smaltirli per te. Tuttavia, puoi anche portarli tu stesso al tuo centro di raccolta rifiuti locale. A condizione che tu viva nella zona, non ti costerà nulla smaltire i tuoi oggetti qui. Puoi smaltire i medicinali non utilizzati in qualsiasi farmacia.

I documenti richiesti sono:

  • Prova di residenza (bolletta, ad esempio)
  • Documenti di registrazione per la tua auto
  • Prova d’identità

Le aree rurali non hanno una raccolta porta a porta, quindi preparati a portare la tua spazzatura in uno dei numerosi punti di raccolta. Se vivi nella capitale, la raccolta dei rifiuti avviene quotidianamente.

Internet e telefoni cellulari


Quando arriverai in Francia, i tuoi amici e i tuoi cari a casa indubbiamente aspetteranno con ansia un aggiornamento da te e la notizia che sei arrivato sano e salvo alla tua nuova casa. Per questo, dovrai collegarti e configurare Internet e il tuo cellulare il prima possibile. Puoi anche organizzare altri servizi di intrattenimento come la televisione mentre ci sei.

Internet
Come molti paesi in tutta Europa, in Francia, vi è un facile accesso a Internet, con la connessione Wi-Fi gratuita disponibile in molti hotspot, aeroporti, caffetterie, hotel e persino in alcuni parchi. Ma se rimani a lungo termine, probabilmente vorrai configurare Internet a casa per comodità. Dovrai scegliere tra fibra ottica (più veloce ma non disponibile ovunque in Francia) o ADSL. Entrambi offrono Internet illimitato e tutti i provider offrono alcuni tipi di pacchetti in bundle in cui sono inclusi i piani di Internet, televisione, rete fissa o mobile. I fornitori di servizi Internet in Francia includono:

  • arancia
  • Sosh
  • NordNet
  • Bouygues Telecom
  • Teleconnect

Indipendentemente dal provider scelto, i documenti e le informazioni necessari per configurare Internet saranno gli stessi. Avrai bisogno:

  • Informazioni di contatto (nome, indirizzo e-mail e numero di telefono)
  • Indirizzo completo
  • Informazioni bancarie

Come ottenere un numero di telefono
La rete telefonica nazionale è gestita da Orange. SFR, Free e Bouygues Telecom sono altre reti telefoniche tra cui scegliere. I pacchetti sono disponibili presso ciascun fornitore che offre sia internet sia una linea telefonica fissa, con la possibilità di aggiungere canali TV e / o un piano di telefonia mobile. Gli unici fornitori che offrono da soli i telefoni fissi sono Orange e SFR con costi che vanno dai 20 ai 40 EUR al mese, ma il servizio di rete fissa è più economico se abbinato a un pacchetto Internet.

Per configurare un telefono fisso, avrai bisogno di:

  • Indirizzo completo
  • Prova di identità (certificato di nascita, passaporto, ecc.)
  • Prova dell’indirizzo (utenze recenti o fattura fiscale o ricevuta dell’affitto)

Preparati a pagare una quota di attivazione una tantum. Orange addebita 55 EUR per questo, ma se ti trovi in ​​una casa che non ha mai avuto una linea telefonica prima, pagherai un extra (69 EUR) per far venire un tecnico a casa tua e installare un linea. Le commissioni di attivazione per altri fornitori sono:

  • SFR – 49 EUR (55 USD)
  • Bouygues Telecom – 39,99 EUR (45 USD)
  • Gratuito – 39,99 69 EUR (45 USD)

Telefono cellulare
Come con tutti gli altri servizi, Orange, SFR e Bouygues Telecom sono i principali provider di telefonia mobile in Francia. Anche La Poste Mobile e NRJ Mobile France sono opzioni e anche i principali fornitori hanno i loro marchi a basso costo. La Francia ha cellulari pay-as-you-go, con buoni di ricarica a partire da 5 EUR . Hai anche la possibilità di un contratto di telefonia cellulare, ma questi possono essere più difficili da ottenere senza una storia creditizia.

C’è anche l’opzione di piani senza contratto. Questi sono i percorsi migliori per coloro che si trovano in Francia per un breve periodo. I piani senza contratto sono prevalenti a causa della libertà e flessibilità che ti danno. Possono anche essere piuttosto economici (anche più economici se acquistati con un piano Internet). Dovrai già avere un telefono perché questi piani forniscono solo una carta SIM.

I piani di contratto hanno un impegno di 12 o 24 mesi e sono i migliori se sei sul mercato per un nuovo telefono. Se è necessario annullare anticipatamente, è possibile che venga addebitata una penale. I piani con un contratto tendono anche ad essere più generosi con le loro indennità (chiamate, dati e persino extra come abbonamenti online a giornali, canali musicali, televisione e altro).

Per iscriversi a un piano telefonico in Francia, è necessario:

  • Informazioni di contatto (nome e indirizzo e-mail)
  • Indirizzo completo
  • Informazioni bancarie

Televisione
In Francia, tutte le famiglie devono pagare una tassa di licenza (125 EUR) se dispongono di un televisore. Questa si chiama la redevance audiovisuelle e viene addebitata con la tua taxe d’habitation annuale (tassa sulla casa) se la tua TV è stata acquistata in Francia. Altrimenti, se hai acquistato la tua TV con te dal tuo paese di origine, dovrai dichiararla al tuo agente locale del Trésor Publicor rischiando di essere multata in caso contrario.

Ci sono cinque stazioni televisive pubbliche in Francia, che puoi guardare gratuitamente: TF1, Francia 2, Francia 3, Francia 5 e M6. Ma il canale TV via cavo o satellitare è molto popolare per una più ampia varietà di canali e spesso le persone lo acquistano come parte del loro piano Internet. Anche la televisione digitale è un’opzione in Francia. Digital Video Broadcasting (DVB) è noto come Télévision Numérique Terrestre (TNT). Avrai bisogno di un decodificatore per accedere ad alcuni dei canali gratuiti che possono essere acquistati in qualsiasi negozio di elettronica (ad es. Darty, FNAC, Boulanger).

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento